• 5x1000
  • 5 x 1000

COCKT-AIL 20-04-2017

 

42^ EDIZIONE DEL CONCONRSO REGIONALE AIBES (Associazione Italiana Barman e Sostenitori)

La manifestazione avrà luogo giovedì 20 aprile 2017 presso la Scuola Alberghiera di Châtillon, si aprirà alle 14:30 con Cockt-AIL Junior, la competizione fra gli allievi più giovani che proporranno dei cocktail analcolici, seguirà la gara dei senior che presenteranno dei pre dinner, long-drink, fancy e after dinner.

Il ricavato della serata verrà interamente devoluto a favore di AIL Valle d’Aosta Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma, da questa collaborazione infatti deriva il nome dell’edizione di quest’anno Cockt-AIL.

“AIL riesce ad avere una sezione in Valle d’Aosta-spiega la presidente Dr.ssa Delpiano- nel 2012 su precisa richiesta del Prof. Mandelli, padre dell’ematologia italiana.

Oltre a sostenere la ricerca AIL VDA si occupa di sostenere concretamente i malati valdostani, che forzatamente devono essere curati fuori Valle, grazie in particolare a dei progetti che finanziano le case AIL, vicine agli ospedali, dedicate ai malati e ai loro parenti, e che finanziano il sostegno psicologico. La nostra è un’associazione molto piccola e per poter aiutare il maggior numero di persone abbiamo bisogno di farci conoscere”.

Vi aspettiamo numerosi.

GRAZIE!

 

PROGETTO PET THERAPY PER BAMBINI ONCOLOGICI

 

PROGETTO DI PET THERAPY RIVOLTO AI BAMBINI ONCOLOGICI "FUORI TERAPIA"

Tutti sappiamo che il ricovero in ospedale per un bambino può essere un momento davvero difficile: persone sconosciute, macchinari misteriosi, suoni, odori, esami, medicine…
Tutti sappiamo anche che l’ospedalizzazione è strettamente collegata a una condizione di malattia e che la malattia genera una gamma di emozioni e sentimenti che vanno dalla paura dell’ignoto, alla rabbia, alla tristezza, all’incredulità e al disorientamento.
Ma il momento del ricovero non è il solo a scatenare stress, dolore, vissuti emotivi intensi, occorre infatti non dimenticare che anche il momento del rientro a casa, quando il bambino è considerato “fuori terapia”, può portare dietro e dentro di sé una scia di stati emotivi a volte nascosti e pronti a uscire in momenti e contesti diversi.

Spesso, purtroppo, “fuori terapia” non significa “fuori dal problema”.

È proprio in questo momento della vita dei bambini e delle loro famiglie che si inserisce il Progetto di Pet Therapy “Io + Te fa Noi: Andiamo a caccia di Emozioni!”, proposto dall’Associazione UAM – Umanimalmente, in collaborazione con UGI – Unione Genitori Italiani (Sezione Ivrea e Aosta) e AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma ONLUS (Sezione valle d’Aosta).

Leggi il sito...